Crostatina ai finocchi con tofu agrumato

Crostatina finocchi e tofu - Farmanatura
Crostatina finocchi e tofu – Farmanatura

Eccoci con una nuova ricetta, come sempre: salutare, biologica e vegana, ma soprattutto sfiziosa! Da consumare all’aperitivo oppure come secondo!

Ingredienti per 10 crostate

  • 130 g farina 0 di grano tenero
  • 70 g farina grano saraceno bio (Lo trovi da Farmanatura!)
  • 90 g acqua fredda
  • 50 g olio EVO

Ingredienti per le salse

  • 500 g di tofu (Lo trovi da Farmanatura!)
  • 250 g valerianella
  • 1 porro medio
  • 2 finocchi
  • 2 patate novelle
  • 2 cucchiai di olio EVO (alce nero)
  • succo di un limone
  • succo di 2 arance
  • 200 g panna di soia (La trovi da Farmanatura!)
  • Pepe nero qb
  • sale himalayano qb (Lo trovi da Farmanatura!)
  • brodo vegetale senza lievito qb (Lo trovi da Farmanatura!)

Preparazione

Preparare la pasta per le crostatine impastando le farine con olio sale e acqua fredda. Formare un impasto liscio e lasciare riposare per circa 30 minuti in frigorifero coperto con pellicola trasparente. Nel frattempo preparare la crema.

Pulire il finocchio e la patata e tagliare a dadolata piccola, poi tagliare a rondelle anche il porro, mettere in una padella antiaderente l’olio e lo spicchio d’aglio, fare rosolare per qualche istante poi aggiungere il finocchio, la patata e il porro, salare e pepare leggermente e proseguire la cottura a fiamma vivace per 10-15 minuti circa. Se necessario durante la cottura aggiungere il brodo vegetale. Frullare le verdure cotte con un po’ di brodo vegetale e aggiustare di sale se necessario. La consistenza deve essere cremosa e non troppo liquida.

A parte in una padella antiaderente riscaldare l’olio e trasferire il tofu tagliato a dadolini, salare, pepare e lasciare cuocere per 5 minuti. Togliere il tofu e tenere da parte. Nella stessa padella versare il succo d’arancia e di limone. Non appena i succhi prendono bollore, aggiungere la panna e lasciare ridurre per un paio di minuti, fino ad ottenere una crema. Togliere dal fuoco e aggiungere il tofu. Lasciare riposare per circa 30 minuti.

Ora stendere la pasta in stampini leggermente oliati e infornare a 170°C per circa 25 minuti. Lasciare raffreddare e comporre le crostatine. Riscaldare la crema di finocchi e farcire le crostatine. Servire il tofu caldo accompagnato dalla valerianella e la salsa agli agrumi come condimento. Decorare con scorza d’arancio e limone.

Credits: sorgentenatura.it

Bucatini con polpette vegane di soia e broccoli

I bucatini con polpette vegane di soia e broccoli sono un primo piatto gustoso e saporito, ideale per una bella serata in compagnia. Le polpette di soia sono buonissime anche mangiate da sole, ma saltate in padella insieme alla pasta, ai broccoli e ai pomodori secchi danno il meglio di loro.

Ingredienti

  • 350 g di bucatini
  • 80 g di bocconcini di soia (Da Farmanatura trovi le bistecche da ridurre a bocconcini!)
  • 40 g di farina di glutine (preparato in polvere per seitan) (Lo trovi da Farmanatura!)
  • 2 cucchiai di salsa di soia (Lo trovi da Farmanatura!)
  • 1 cucchiaino di basilico tritato
  • 1 broccolo
  • 4 pomodori secchi sott’olio
  • 1 spicchio d’aglio
  • Peperoncino

Strumenti

  • Tritatutto

Preparazione

Per le polpettine iniziate con il lessare i bocconcini di soia in brodo vegetale per 5 minuti, poi spegnete la fiamma e lasciate riposare per 10 minuti. Scolate i bocconcini e strizzateli bene in modo da eliminare quanta più acqua possibile.

Prepariamo le polpette

Versate i bocconcini di soia nel tritatutto insieme alla farina di glutine, salsa di soia e basilico e frullate bene il tutto fino ad ottenere un composto abbastanza omogeneo. Prelevatene quindi una piccola porzione per volta e formate delle polpettine poco più grandi di una nocciola. A questo punto potete scegliere se cuocere le vostre polpettine in padella con un goccio d’olio oppure in forno statico a 200°C per una decina di minuti, fino a che saranno dorate.

Saltiamo i broccoli

Lavate bene il broccolo e dividetelo in cimette. In una padella soffriggete leggermente lo spicchio d’aglio fino a quando sarà dorato, aggiungete un pizzico di peperoncino e unite i broccoli. Saltateli qualche minuto fino a che diventeranno dorati, poi abbassate la fiamma e proseguite la cottura fino a che si saranno ammorbiditi.

Condiamo la pasta

Lessate i bucatini in abbondante acqua salata e scolateli al dente conservando una tazza di acqua di cottura. Saltate la pasta insieme ai broccoli e all’acqua, impiattate e completate ciascun piatto con le polpette di soia e i pomodori secchi tagliati a striscioline.

Credits: vegolosi.it

Rotolo di Seitan e fagioli Azuki con sedano rapa

Ricchi di nutrienti, i fagioli Azuki sono ottimi legumi detox che fanno pulizia. Ecco un polpettone alternativo, di seitan, con il sedano rapa al posto delle patate per tagliare le calorie e avere più gusto!

Ingredienti

  • 200 g Seitan LO TRIVI DA FARMANATURA
  • 700 g Sedano rapa
  • 100 g Fagioli azuki LI TROVI DA FARMANATURA
  • 1 uovo
  • 30 g Parmigiano grattugiato
  • 2 fetta Pane in cassetta integrale
  • 1 cucchiaio Erba cipollina
  • 1 Cipollotto
  • 1 cucchiaio rosmarino
  • 1 cucchiaio Salvia
  • 1 cucchiaino Timo secco
  • 100 ml Latte
  • 2 cucchiaio Olio di oliva extra vergine
  • Sale
  • pepe

Preparazione

  1. Pelate e dividete il sedano rapa a pezzetti. Poi conditelo con il cipollotto tritato, l’olio, la salvia e il rosmarino, una spolverata di sale e di pepe. Mescolate bene e lasciate insaporire l’ortaggio sistemato in una teglia da forno.
  2. Frullate il seitan nel mixer insieme ai fagioli scolati e in un recipiente mescolateli con il parmigiano, il pane in cassetta, già ammollato nel latte e strizzato, l’uovo, l’erba cipollina o il prezzemolo, il timo, sale, pepe e un pizzico di noce moscata.
  3. Bagnate, strizzate e asciugate un foglio di carta da forno. Posatevi sopra il composto appena preparato e dategli una forma cilindrica, poi arrotolatelo nella carta e chiudete le estremità con spago da cucina, formando una sorta di grande caramella. Trasferitelo sulla placca del forno.
  4. Infornate a 180 °C sia il rotolo che il sedano rapa per 30-35 minuti. A metà cottura rigirate entrambi per una volta. Lasciate intiepidire il rotolo prima di scartarlo e servirlo a fette con il sedano rapa.

Thanks to cucina-naturale.it

Tartufini salati di uva e tofu ai pistacchi e noci

tartufini_salati ricetta vegana

A Natale sorprendi tutti con un antipasto super raffinato e semplicissimo da preparare, ma soprattutto vegano! Abbiamo preso in prestito la ricetta da vegolosi.it. Vi ricordiamo che potete trovare alcuni degli ingredienti necessari da Farmanatura! I tartufini salati di uva e tofu ai pistacchi e noci sono un divertente e saporito antipasto ideale da servire ad una cena o un pranzo con ospiti che volete sorprendere.

Ingredienti

  • 300 g di tofu **Lo trovi da Farmanatura!
  • 300 g di uva bianca e nera
  • 30 g di farina di mandorle **Lo trovi da Farmanatura!
  • 30 g di farina di noci
  • 50 g di granella di noci
  • 50 g di granella di pistacchi
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • Succo di ½ limone
  • Peperoncino

Strumenti

  • Tritatutto

Preparazione

Come prima cosa asciugate bene il tofu con della carta assorbente i modo da eliminare quanta più acqua possibile, poi frullatelo nel tritatutto insieme alla farina di mandorle e a quella di noci (potere realizzare la farina di noci facilmente in casa frullando la stessa quantità di frutta secca nel tritatutto fino ad ottenere una farina il più fine possibile). Aggiungete l’olio, il succo di limone, sale e un pizzico di peperoncino e frullate nuovamente fino ad ottenere una crema liscia e abbastanza soda.

Formiamo i tartufini

Lavate e asciugate bene l’uva poi ricoprite ciascun acino con 1 cucchiaio di crema di tofu, in modo da formare uno strato uniforme. Passate le palline realizzate con l’uva nera nella granella di pistacchi, e quelle di uva bianca nella granella di noci. Disponetele su un vassoio o un piatto da portata e lasciate riposare in frigorifero almeno un’ora prima di servire.

 

Grazie a vegolosi.it

,

Porridge di Avena e Frutta secca

Il porridge è una preparazione che appartiene alla tradizione culinaria anglosassone. Consumato principalmente a colazione, si tratta di un preparato a base di fiocchi d’avena dalla consistenza piuttosto molle. Unaciotola di porridge, infatti, è molto equilibrata dal punto di vista nutrizionale: contiene carboidrati, proteine, fibre, vitamine e sali minerali. Vediamo insieme una golosa ricetta scovata e testata per voi!

Ingredienti

  • 70 g di fiocchi d’avena
  • 200 ml acqua oppure latte vegetale di mandorle o cocco
  • un pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di sciroppo d’acero
  • frutta fresca di stagione
  • frutta secca (mandorle, anacardi)
  • semi oleosi (semi chia, semi di girasole, semi di zucca)
  • cocco rapè

N.B. Puoi trovare tutti gli ingredienti necessari nei punti vendita Farmanatura (ad eccezione della frutta fresca)

Preparazione

  • La sera prima metti i fiocchi di avena in ammollo in acqua fredda, ricoprili fino al filo superiore.
  • La mattina seguente l’avena avrà assorbito tutta l’acqua; versala in una pentola insieme a 200 ml d’acqua o al latte vegetale, lo sciroppo d’acero ed un pizzico di sale.
  • Accendi il fornello, porta a bollore ed abbassa la fiamma. Fai cuocere 10 minuti. Se noti che il porridge è troppo asciutto puoi aggiungere acqua o latte vegetale.
  • Nel frattempo pulisci e taglia la frutta fresca.
  • Non appena il tuo porridge sarà pronto, versalo in una bella ciotola e arricchiscilo con la frutta fresca, la frutta secca, il cocco rapè ed i semi oleosi.
  • Mangialo caldo e buona giornata!

Noodles di Zucchine con ragù bianco di Seitan

ricetta noodles di zucchine Farmanatura

I noodles di zucchine con ragù di seitan sono un secondo piatto mascherato da primo, ideali quando non vuoi mangiare la pasta ma hai voglia di un piatto originale e saporito.
Se stai seguendo la dieta, questa ricetta fa proprio al caso tuo, ti permette, infatti, di risparmiare carboidrati, ma soprattutto è una valida alternativa alle proteine animali. Protagonista di questo piatto vegetariano è sicuramente il seitan è un prodotto alimentare derivato dal frumento, viene soprannominato a questo proposito “carne di grano”. Vediamo insieme in gradienti e preparazione.

Ingredienti (per 2 persone)

  • 4 zucchine grandi
  • 100 g seitan (LO TROVI DA FARMANATURA)
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 2 cucchiai olio extravergine di oliva
  • 20 g vino bianco
  • 1 cipolla
  • sale
  • pepe
  • origano foglie
  • basilico foglie

Preparazione

  1. Sbuccia la cipolla e la carota e tritale finemente, trita anche la costa di sedano.
  2. Poni il trito di aromi in una casseruola assieme ai due cucchiai di olio, lascia appassire a fiamma dolce, mescolando di continuo con un cucchiaio di legno.
  3. Nel frattempo trita il seitan.
  4. Quando le verdure saranno morbide aggiungi il seitan , sale e pepe, sfuma con il vino e lascia cuocere 10 minuti a fiamma viva, mescolando di continuo, aggiungendo poca acqua bollente se necessario.
  5. Nel frattempo taglia le zucchine a noodles usando uno “spiralizzatore” apposito per verdure. Se non è hai uno puoi trovarlo qui.
  6. Condisci le zucchine con l’olio restante e il sale e lasciale marinare per 5 minuti.
  7. In alternativa, se preferisci che i noodles di zucchina siano cotti, poni sul fuoco una pentola d’acqua bollente leggermente salata, al bollore immergi i noodles e cuocili per appena 15 secondi, scolali accuratamente e condiscili con olio.
  8. Condisci i noodles con il ragù bianco di seitan, servi con foglie di origano e basilico fresche.

Buon Appetito!!

Polpettine crude di Barbabietola e Semi con salsa tartara di Anacardi

Polpettine di barbabietola Farmanatura

La barbabietola rossa si distingue per la ricca presenza di sali minerali e di vitamine. La sua composizione è costituita prevalentemente da acqua. Una barbabietola rossa contiene sali minerali quali sodio, calcio, potassio, ferro, magnesio e fosforo.Per quanto riguarda le vitamine, viene evidenziata la presenza di vitamina A, vitamina C e vitamine del gruppo B. Sia il tubero che le sue foglie sono ricchi di antiossidanti e di flavonoidi, utili per proteggere l’organismo dall’azione dei radicali liberi. Il contenuto di vitamina A, essenziale per la protezione della vista, è superiore nelle foglie rispetto ai tuberi. Scopriamo insieme una gustoso ricetta da realizzare con le barbabietole!

Ingredienti per 4 persone

  • 230 g barbabietole
  • 100 g Semi di girasole*
  • 25 g Pinoli*
  • 1,5 cucchiaio farina di semi di lino*
  • 1,5 cucchiaio foglie di timo fresco
  • mezzo cucchiaio cipolla secca
  • olio d’olivaextravergine
  • Sale
  • pepe
  • fiori ad uso alimentare*

** Trovi questi prodotti da Farmanatura.

Per la salsa tartara

  • 65 g anacardi al naturale*
  • 30 g capperi sottosale
  • 1,5 cucchiaio Prezzemolo tritato
  • 2 cucchiai Succo di limone
  • 1 cucchiaino erba cipollina tritata
  • 1 pizzico aglio tritato
  • olio d’oliva extravergine

** Trovi gli anacardi al naturale da Farmanatura.

Preparazione

  1. Riducete nel mixer i semi di girasole in farina e metteteli da parte.
  2. Lavorate nel mixer le barbabietole pelate in cubetti con i pinoli, un cucchiaio e mezzo d’olio, la cipolla secca, la farina di semi di lino, mezzo cucchiaino scarso di sale, un pizzico di pepe e il timo. Incorporate, quindi, la farina di semi di girasole e amalgamate il tutto azionando nuovamente l’apparecchio.
  3. Formate con le mani umide 16 polpettine sferiche di impasto (da 20 g circa l’una) e posizionatele sul vassoio dell’essiccatore.
  4. Essiccate le polpettine per 6 ore a 42 °C o finché saranno croccanti e asciutte in superficie ma ancora morbide all’interno. Se non avete l’essiccatore, potete utilizzate il forno ventilato, al minimo della temperatura, con la porta del forno leggermente aperta, sempre per 6 ore. In entrambi i casi i tempi di essiccazione potrebbero variare in base alla temperatura e all’umidità dell’ambiente. (Puoi leggere il procedimento per l’essiccazione qui)
  5. Mettete a bagno gli anacardi in abbondante acqua fredda per almeno 2 ore. Sciacquateli e frullateli con 60 ml di acqua, il succo di limone, l’aglio, un cucchiaino d’olio fino a ottenere una crema liscia. Amalgamate, con un cucchiaio, alla salsa i capperi ben dissalati e tritati finemente, il prezzemolo e l’erba cipollina. Conservatela in frigorifero fino all’utilizzo.
  6. Sistemate 4 polpettine per ogni porzione, adagiandole ancora tiepide su un cucchiaino di salsa. Disponete una piccolissima quantità di salsa anche in cima alle polpettine e decoratele con foglie di insalatine e petali di fiori eduli.

Buon appetito! 😋

 

Riso rosso con Zucchine e Menta

riso rosso Farmanatura

Il riso rosso normalmente viene prodotto e venduto come riso integrale che dunque rispetto al riso raffinato mantiene un maggior contenuto di fibre e di sali minerali. Il riso rosso è una fonte importante di sali minerali come il fosforo e il magnesio. È un alimento povero di grassi e ricco di fibre. È una fonte di carboidrati ma nello stesso tempo apporta al nostro organismo anche delle proteine vegetali.

Scopriamo insieme una semplice e gustosa ricetta da preparare con il riso rosso!

INGREDIENTI (per 4 persone)

350 gr riso rosso integrale La Cascina Belvedere (Lo trovi da Farmanatura!)
30 gr pinoli (Li trovi da Farmanatura!)
30 gr uvetta sultanina (La trovi da Farmanatura!)
2 rametti menta
zucchine
cipolla
qb olio extravergine di oliva
qb sale
qb pepe

PREPARAZIONE

1) Cuocete nella pentola a pressione con 8 dl di acqua 350 gr di riso rosso integrale per circa 20 minuti dal fischio e, nel frattempo, immergete 30 gr di uvetta in acqua tiepida.

2) Pulite e tagliate a pezzetti 2 zucchine poi cuocetele in padella con 4 cucchiai d’olio, 1 cipolla tritata30 gr di pinoli e l’uvetta preparata e precedentemente scolata. Aggiungete anche qualche foglia di menta poi aggiustate di sale e di pepe.

3) Scolate il riso, conditelo con le verdure e mescolate. Aggiungete un filo d’olio e decorate ancora con qualche foglia di menta. Servite.

 

Buon Appetito!

 

 

Thanks to Grazia.it

Paella di Quinoa

paella di quinoa Farmanatura

La quinoa è una pianta erbacea originaria del Sudamerica. Sebbene i suoi chicchi ne richiamino l’aspetto ed i suoi utilizzi in cucina siano analoghi, la quinoa non è un cereale. Essa non contiene glutine e possiede proprietà nutritive più affini a quelle dei legumi. È ricca di potassio fosforo e magnesio, ma anche di calcio e di fibre. La sua caratteristica principale consiste nel suo singolare contenuto proteico. Essa infatti presenta tutti gli aminoacidi essenziali per il funzionamento dell’organismo.

Oggi vi presentiamo una sfiziosa ricetta… La Paella di Quinoa completamente vegetale!

INGREDIENTI

  • 300 gr di quinoa BIO sottolestelle (La Trovi da Farmanatura!)
  • 40 gr di piselli lessati
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale marino grosso
  • Curcuma in polvere
  • 3 spicchi d’aglio
  • 2 peperoni rossi
  • 2 zucchine
  • 1 cipolla

PREPARAZIONE

Lessate la quinoa in acqua bollente salata pari al triplo del suo volume, a cui avrete aggiunto due cucchiaini di curcuma in polvere. I tempi di cottura possono variare dai 10 ai 15 minuti. Tagliate a tocchetti gli ortaggi e cuoceteli in padella con un filo d’olio. Unite dunque i piselli lessati e la quinoa una volta cotta e scolata. Mescolate il tutto facendo saltare in padella a fiamma vivace e servite.

Buon Appetito!

 

 

 

 

Thanks to Greenme.it

Pasta al Limone e Semi di Papavero

ricetta semi di papavero farmanatura

Lemon~Poppy Seed (limone e semi di papavero). Un piatto vegetariano elegante, saporito. La cremosita’ della panna viene smorzata dall’acidulo del limome in Salamoia, e dalla croccantezza dei semi di papavero. Un ricetta ottima anche se usate pasta integrale. I Limoni in Salamoia sono facilissimi da fare, la ricetta la TROVATE QUI.

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

La Scorza tritata, oppure affettata sottile di un Limone in Salamoia

OPPURE

Scorza grattugiata di un limone (Bio)

100 gr di pasta, tipo bavette oppure spaghetti

1 scalogno tritato finemente

1 cucchiaio di semi di papavero

Mezzo bicchiere di Marsala o Vino bianco

1 Cucchiaio d’olio

20 gr di burro

125 ml di panna liquida da cucina oppure Mascarpone, stesso equivalente.

Per guarnire a scelta:

Ricotta salata oppure Parmigiano

Basilico oppure Rucola

Pepe

PREPARAZIONE

Mettete a bollire l’acqua per la pasta, e nel frattempo preparate la salsa al limone.

In una padella~possibilmente antiaderente~ tostate i semi di papavero. A fiamma bassa, mescolateli senza l’aggiunto di niente altro, finche’ vedrete che cominciano ad emanare un po’ di vapore.

Togliete la padella dal fuoco. Aggiungete lo scalogno, l’olio ed il burro. E’ importante che i semi si freddino leggermente prima di aggiungere l’olio perchè altrimenti vi faranno un “effetto pop corn” poco piacevole.

Cuocete lo scalogno finche’ sara’ dorato e fragrante. Deglassate con il vino di vostra scelta. Continuate a cuocere finche’ il vino si sara’ ritirato di circa la meta’ del volume.

Ora aggiungete il succo di un limone, la scorza (sia di un limone in Salamoia oppure di un limone fresco), la panna e cuocete a fiamma bassissima. Aggiungete anche un pochino di Parmigiano.

Appena la pasta sarà molto al dente, aiutandovi con un cucchiaio per spaghetti (dentato) prendete la pasta e trasferitela nella pentola con la salsa al limone. Va benissimo se la pasta trascina con se’ anche dell’acqua di cottura, la renderà più cremosa in fase di mantecatura.

Mescolate la pasta, “risottandola” con la crema al limone e semi di papavero, se occorre aggiungete piu’ acqua di cottura, finche’ sara’ cotta alla perfezione.

Servite immediatamente guarnendo con Basilico, o Rucola, e formaggio.

Buon appettito!

 

 

 

 

Thanks to blog.giallozzafferano.it