Ingredienti per 4 persone

Una gustosa insalata in cui le melanzane scottate, strizzate e tagliate assorbono meno olio: diventa così possibile condirle in modo equilibrato.

Tagliate le melanzane a fette per il lungo, poi scottatele per un minuto tenendole completamente immerse nell’acqua bollente. Una volta raffreddate strizzatele tra le mani il più possibile per eliminare l’acqua assorbita e dividetele in filetti piuttosto sottili.

Mescolate in una ciotolina l’erba cipollina con lo zenzero, il succo del limone, un pizzico di sale e 2 cucchiai d’olio. Condite le melanzane con questa salsa lasciandole marinare.

Tostate dolcemente in un pentolino i semi misti per pochi minuti, mescolando continuamente e facendo attenzione a non farli bruciare.

Tagliate i pomodorini a spicchi e affettate finemente l’insalata.

Disponete nel centro dei piatti, o in ciotole da insalata, le melanzane allo zenzero, contornatele con i pomodorini e l’insalata, cospargete il tutto con i semi tostati e completate, se desiderate, con un cucchiaino d’olio.

Ingredienti

  • 2 Melanzane
  • 12 Pomodorini
  • 0.5 cespo Insalatina gentile
  • 3 cucchiaio Semi misti tostati (La trovi nei nostri Bio Store oppure online)
  • 1 cucchiaio Erba cipollina
  • 1 cucchiaio Zenzero fresco grattugiato
  • 1 Limone
  • Olio di oliva extra vergine
  • Sale

credit ricetta: Cucina Naturale

Ingredienti per 4 persone

Un tortino vegetariano che unisce i solari sapori degli ortaggi estivi al sapore particolare della quinoa.

La quinoa non è un cereale, quindi non contiene nessuna traccia di glutine. Questo pseudo-cereale appartiene alla famiglia degli spinaci e delle barbabietole, ma è molto ricco di proteine. In particolare, contiene amminoacidi essenziali (lisina e metionina) che spesso i vegetariani faticano a reperire. Inserire quindi la quinoa nella nostra dieta, associata ai legumi, può completare il fabbisogno di tutti gli amminoacidi essenziali necessari ai processi di sintesi proteica del nostro organismo.

Sistemate sulla griglia del forno i peperoni interi e cuceteli per 10 minuti a 190 °C, poi voltateli e grigliateli per un’altra decina di minuti. Spellateli e tagliateli a striscioline. (In alternativa, potete tagliarli a crudo e cuocerli in padella insieme a cipolle e carote.)

Lessate la quinoa in 420 ml di brodo vegetale o di acqua poco salata per 10-12 minuti, facendo asciugare il fondo. Lasciatela raffreddare e conditela con uno-due cucchiai d’olio.

Affettate le carote e le cipolle (o i cipollotti) e rosolatele dolcemente in padella con 4 cucchiai d’olio per 10 minuti, quindi aggiungete la melanzane ridotta in tocchetti di 2-3 cm, mescolate e proseguite per 5 minuti. A questo punto unite le zucchine a pezzetti e dopo altri 5 minuti i peperoni arrostiti. Salate, proseguite ancora per 5 minuti e poi mescolate la curcuma stemperata in 2-3 cucchiai d’acqua. Proseguite fino a quando gli ortaggi saranno teneri ma non sfatti e il fondo asciutto.

Distribuite la caponata nei piatti e poi, aiutandovi con un piccolo stampo, formate i tortini di quinoa e disponeteli accanto alle verdure. Completate con un filo d’olio e servite.

Ingredienti

  • 200 g Quinoa (La trovi nei nostri Bio Store oppure online)
  • 2 Carote
  • 2 Zucchine
  • 2 Peperoni
  • 2 Cipolle bianche
  • 1 Melanzana
  • 1 cucchiaio Curcuma (La trovi nei nostri Bio Store oppure online)
  • Olio di oliva extra vergine
  • Brodo vegetale
  • Sale

credit ricetta: Cucina Naturale

Ingredienti per sei burger

I burger vegan di ceci e quinoa con barbabietola sono un piatto pronto in una manciata di minuti: vi basterà cuocere la quinoa, frullare e servire.

La quinoa non è un cereale, quindi non contiene nessuna traccia di glutine. Questo pseudo-cereale appartiene alla famiglia degli spinaci e delle barbabietole, ma è molto ricco di proteine. In particolare, contiene amminoacidi essenziali (lisina e metionina) che spesso i vegetariani faticano a reperire. Inserire quindi la quinoa nella nostra dieta, associata ai legumi, può completare il fabbisogno di tutti gli amminoacidi essenziali necessari ai processi di sintesi proteica del nostro organismo.

La quinoa non ha bisogno di ammollo: lavate bene i chicchi sotto acqua corrente per eliminare la saponina, una sostanza amara, anche se non tossica, che ricopre i chicchi.

Cuocete la quinoa nel doppio della sua acqua (100g di quinoa in 200g di acqua): inseritele in un pentolino e quando l’acqua è a bollore, aggiungete qualche grano di sale grosso e chiudete il coperchio. Lasciate assorbire tutta l’acqua tenendo un fuoco dolce (10-15 minuti).
I chicchi sono pronti quando si aprono e diventano un po’ traslucidi.

Ingredienti

  • 220 g ceci cotti
  • 100 g Quinoa (La trovi nei nostri Bio Store oppure online)
  • 10 g barbabietola cotta
  • olio extravergine di oliva
  • Pangrattato integrale o senza glutine
  • sale, pepe, peperoncino
  • 1 spicchio Aglio (facoltativo)
  • Paprica (facoltativo)

credit ricetta: Cucina Naturale

Ingredienti per due porzioni

Cous cous 180 g (Lo trovi nei nostri Bio Store oppure online)
Succo d’arancia 1 (Lo trovi nei nostri Bio Store oppure online)
Cannella in stecche 1 (Lo trovi nei nostri Bio Store)
Anice stellato 1 (Lo trovi nei nostri Bio Store)
Chiodi di garofano 2 (Lo trovi nei nostri Bio Store)
Miele 2 cucchiai (Lo trovi nei nostri Bio Store oppure online)
Cardamomo 2 bacche
Uvetta 30 g (Lo trovi nei nostri Bio Store oppure online)
Pinoli 30 g
Noci 30 g
Burro 20 g

Preparazione

Mettete in ammollo l’uvetta in una ciotola di acqua calda, spremete l’arancia per ricavare il succo, misuratelo e aggiungete tanta acqua quanto basta ad arrivare a 200 ml di liquido in totale.
Versate il succo dell’arancia e l’acqua in un pentolino e aggiungete i chiodi di garofano, il cardamomo l’anice stellato e la cannella, portate a semibollore.


Versate il cous cous in una terrina e sgranatelo con il burro aiutandovi con le mani; tenete da parte. Nel frattempo tostate i pinoli e le noci in una padella antiaderente a fuoco medio fino a che diventino traslucidi; togliete dal fuoco e tenete da parte.
Versate il liquido filtrandolo da un colino sul cous cous e lasciate riposare 5-6 minuti senza mescolarlo 9, deve gonfiare e diventare molto tenero ma non sfaldato. Tritate a coltello le noci tiepide e strizzate l’uvetta.


Trascorsi i 5 minuti aiutandovi con una forchetta sgranate bene il cous cous, unite i pinoli l’uvetta e le noci tritate; scaldate nel pentolino di prima il miele con un goccio di acqua e quando sarà ben sciolto aggiungetelo a filo sul cous cous e mescolate bene; servite tiepido o anche fresco nei bicchierini o ciotoline monoporzione.

credit ricetta: Giallo Zafferano

Lasciati tentare dalle colazioni alternative!
Oggi abbiamo portato a tavola il porridge: la tradizionale pappa d’avena che arriva dal mondo anglosassone.

Il porridge è ideale in queste mattine autunnali, per inizare la giornata facendo il pieno di energia e di dolcezza. Grazie alla sua versatilità lo potrai gustare durante tutto l’anno, a colazione o come merenda alternativa, accompagnandolo con frutta secca o fresca o con gocce di cioccolato…per un inizio di giornata più goloso, non solo nella versione dolce, ma anche per un buon brunch salato.
Allora ecco qui alcune ricette davvero gustose!

Ingredienti per due porzioni

140 g Fiocchi di Avena (Li trovi nei nostri Bio Store oppure Online)
200 g latte intero
220 g acqua
1 mela Fuji
20 g granella di nocciole
70 g miele di acacia (Lo trovi nei nostri Bio Store oppure Online)
2 pizzichi di cannella in polvere
1 pizzico di sale

Preparazione

In una pentola versa l’acqua, il latte e un pizzico di sale e poi unisci i fiocchi d’avena mescolando con una spatola. Accendi il fuoco e cuoci a fuoco medio-basso e mescola;

Cuoci per 4-6 minuti, continuando a mescolare fino a quando il porridge non avrà raggiunto la consistenza che preferisci: cremoso o molto denso. Quando sarà pronto spegni il fuoco e aggiungi un pizzico di cannella. Mescola bene e poi metti il porridge in due ciotoline da colazione e lasciale un attimo da parte;

Ora lava bene la mela e tagliala a rondelle molto sottili. Versa il miele in una padella, avendo cura di lasciare un paio di cucchiaini da parte per guarnire successivamente il porridge; lascialo sciogliere a fuoco dolce per 1-2 minuti. Aggiungi le mele a fette e falle caramellare per 1 minuto.

Gira le mele con l’aiuto di una pinza e falle caramellare per 1 minuto anche dall’altro lato. A questo punto puoi comporre il tuo porridge mele e nocciole, mettendo qualche fettina di mela sopra il porridge e aggiungendo la granella di nocciole, poi dai una spolverata con un pizzico di cannella e versa un cucchiaio di miele e…il porridge è pronto per essere mangiato!!!

credit ricetta: Giallo Zafferano

Queste crepes 100% vegan sono anche 100% senza glutine.
Proteiche, buonissime e nutrienti, noi le abbiamo farcite con il cavolo rosso crudo, uno scrigno di antiossidanti, e con un hummus velocissimo di ceci.

Queste crepes non hanno bisogno di riposo; utilizzate una padella antiaderente di ottima qualità, a doppio fondo, e attendete sempre che la base della crepe sia solida prima di provare a capovolgerla. E’ solo questione di delicatezza: con una spatolina in legno provate a sollevare i lembi finchè si staccano con facilità.

Gli ingredienti (per 10 Crepes)

  • 100 g Farina di ceci (la trovi nei nostri Bio Store e Online)
  • 40 g farina di avena o di riso (la trovi nei nostri Bio Store e Online)
  • 340 g latte di soia non zuccherato (lo trovi nei nostri Bio Store
  • 3 cucchiai Olio extra vergine di oliva
  • Sale

Gli ingredienti per la farcitura

  • Cavolo cappuccio rosso
  • Lattuga
  • 1 vasetto ceci cotti
  • yogurt
  • 1 Limone
  • sale, pepe

Procedimento

In una ciotola, unite 100g di farina di ceci con 40g di farina senza glutine (di avena o di riso per un sapore neutro oppure di grano saraceno per un sapore più rustico), 3 pizzichi di sale e 4 cucchiai di olio evo. Mescolate ottenendo una pastella non troppo liquida.

Potete anche saltare il riposo. Ungete una padella antiaderente a doppio fondo, ampia, con olio evo, aiutandovi con la carta da cucina. Quando il pentolino è caldo, versate un mestolo di pastella: la prima crepes è sempre più spessa e sarà piuttosto focacciosa. Procedete con le altre crepes: non è necessario ungere nuovamente la padella. Versate mezzo mestolo di pastella e ruotate il padellino per coprire più superficie possibile. Cercate di creare uno strato sottile di pastella. Quando comincerete a vedere dei puntini e la superficie della crepes non sarà più liquida, la parte sottostante è cotta: provate a sollevarla con una spatola. Se si solleva facilmente, giratela.

Procedete così per le altre crepes. Nel frattempo affettate il cavolo cappuccio rosso e conditelo con olio, sale e limone.

Scolate bene i ceci cotti (sciacquateli sotto acqua corrente se acquistati in vasetto o lattina). Schiacciate con una forchetta i ceci insieme a tre cucchiai di olio extravergine di oliva, il succo del limone restante, il sale e il pepe. Oppure potete mixarli per ottenere una crema di ceci veloce.

Farcite le crepes con la crema di ceci, il cavolo cappuccio condito e se volete una salsa di yogurt veloce (la trovate nelle note).

credit ricetta: cucina-naturale.it

Abbiamo ricevuto da una nostra cliente questa deliziosa ricetta davvero gusta.

Gli ingredienti

250 ml di latte tiepido
15 g di lievito di birra (lo trovi da Farmanatura)
20 g di zucchero
50 g di olio di oliva
1 uovo
275 g di farina 00 (la trovi da Farmanatura)
275 g di farina di manitoba (la trovi da Farmanatura)
10 g di sale
1 tuorlo per spennellare
per il ripieno
provola piccante, prosciutto cotto, speck a cubetti
semi per papavero per guarnire (li trovi da Farmanatura)

Procedimento

Mescoliamo le farine manitoba e 00 in una ciotola.

In un’altra ciotola versiamo il latte tiepido e sbricioliamo il lievito di birra. Aggiungiamo lo zucchero, l’olio d’oliva e 1 uovo.  Iniziamo a mescolare e ad aggiungere un po’ di farina, aggiungiamo il sale poco dopo e amalgamiamo bene.

Continuiamo ad impastare aggiungendo farina, continuiamo a lavorare sul tavolo, in questa fase bisogna impastare energicamente almeno 4-5 minuti, l’impasto sarà liscio ed elastico.

Formiamo una palla e mettiamola in una ciotola pulita e infarinata,  facciamo un incisione a croce sull’impasto e copriamo con una pellicola e poi con un panno.

Lasciamo lievitare 2 ore, alla fine l’impasto avrà raddoppiato il suo volume. Trascorso il tempo ricominciamo a lavorare per ammorbidire la pasta, bastano pochi secondi.

Dividiamo l’impasto  in 4 parti uguali, formiamo dei filoncini e poi facciamo delle palline che devono avere la stessa dimensione. Aiutiamoci con una bilancia per verificare che abbiano tutte lo stesso peso, dovremo ottenere circa 20 palline.

Ungiamo e infariniamo una teglia di 30 cm.

La farcitura

Prepariamo prosciutto cotto,  speck e provola tagliati a cubetti.

Con un mattarello lavoriamo le palline per formare dei dischi, ci mettiamo un po’ di ripieno a piacere e richiudiamo cercando di formare nuovamente la pallina. Quindi posizioniamo tutte le palline sulla teglia una vicino all’altra. Dovremmo averne una al centro e le altre posizionate in cerchio.

Copriamo la teglia con una pellicola e con un panno e lasciamo lievitare per 30 minuti.

Alla fine spennelliamo con del tuorlo d’uovo e spolveriamo con i semi di papavero.

Inforniamo a 180° per 35 – 40 minuti (io uso il forno statico). Il nostro Danubio Salato è pronto da sfornare! Bello dorato in superficie è proprio invitante!

Siamo lieti di presentarvi lla ricetta vincitrice del nostro contest Farmanatura Kitchen – Lo Chef sei tu!

La vincitrice Eleonora Del Signore ci ha presentato dei fantastici fagotti di canapa con zucca, tartufo e zafferano. Un piatto abbastanza complesso, ma davvero gustoso e per questo è stato decretato “vincente” nonostante tutte le ricette siano state molto apprezzate e riuscite. Eleonora ha avuto modo di preparare la sua ricetta con la Chef di Casa Elodia Nadia Moscardi e il risultato è stato davvero fantastico! I nostri complimenti ad Eleonora con l’augurio di realizzare tan ti altri piatti con l’ausilio del robot da cucina che ha avuto in premio.

Ingredienti

160 gr farina 00 bio

40 gr farina di semi di canapa sativa bio – Lo trovi da Farmanatura! 

2 uova bio
Acqua
300 gr patate
150 gr funghi
1 tazzina di marsala 600 gr zucca
1 dado vegetale per brodo bio – Lo trovi da Farmanatura!

1 tazzina di fiocchi di ceci bio – Lo trovi da Farmanatura! Zafferano

Tartufo fresco
2 rametti di rosmarino fresco
Olio extravergine di oliva bio – Lo trovi da Farmanatura!
1 scalogno
1 spicchio di aglio
Sale

Preparazione

1 tazzina di fiocchi di ceci bio – Lo trovi da Farmanatura! Zafferano

Tartufo fresco
2 rametti di rosmarino fresco
Olio extravergine di oliva bio – Lo trovi da Farmanatura!
1 scalogno
1 spicchio di aglio
Sale

RIPIENO FAGOTTINI: Lessare le patate in acqua salata.
Nel frattempo, cucinare i funghi con poco olio e uno spicchio di aglio, sfumando con il marsala. Sistemare di sale, togliere l’aglio e tritare finemente i funghi. Schiacciare le patate e unirle ai funghi insieme al rosmarino tritato.
IMPASTO FAGOTTINI: Su una spianatoia disporre la farina 00 e la farina di canapa a fontana. Aggiungere al centro le uova e un pizzico di sale. Utilizzando una forchetta, iniziare ad amalgamare le uova alla farina con piccoli movimenti. Successivamente lavorare gli ingredienti con le mani e aggiungere poca acqua fino a ottenere un impasto elastico. Avvolgere nella pellicola e far riposare un’ora in frigo. Stendere delle sfoglie di pasta sottili e ricavare dei quadrati di circa 6 centimetri di lato. Disporre al centro di ogni quadrato un cucchiaino di ripieno patate e funghi. Chiudere formando dei fagottini.
CONDIMENTO: Pulire la zucca e tagliarla a cubetti. Diluire un dado vegetale in mezzo litro di acqua bollente. Stufare lo scalogno, aggiungere la zucca, un rametto di rosmarino e la metà del brodo. Coprire e lasciar cuocere a fuoco basso, aggiungendo ancora del brodo se necessario. Togliere il rosmarino, aggiustare di sale e frullare. Rimettere sul fuoco per far ritirare il liquido in eccesso. Cucinare i fiocchi di ceci con una tazzina e mezzo di acqua, aggiungendo alcuni pistilli di zafferano. Cuocere i fagottini in acqua salata bollente per 3-4 minuti.
Disporre sul piatto la crema di zucca, adagiarvi sopra i fagottini, cospargere con i fiocchi di ceci allo zafferano, aggiungere tartufo e rosmarino tritato. 

Buon appetito!

Siamo lieti di presentarvi le ricette dei partecipanti al nostro contestFarmanatura Kitchen – Lo Chef sei tu!

La ricetta di oggi è quella della finalista Valentina Clementini che ci ha presentato un riso venere con zucchine, gamberetti e avocado. Valentina ha avuto modo di preparare la sua ricetta con la Chef di Casa Elodia Nadia Moscardi e il risultato è stato davvero fantastico!

Ingredienti

200 gr di riso venere – Lo trovi da Farmanatura! 

3 zucchine
10 mazzancolle
Curcuma q.b. – Lo trovi da Farmanatura!

1 scalogno
1 avocado maturo
1/2 limone
Sale q.b. – Lo trovi da Farmanatura!
Olio extravergine di oliva bio – Lo trovi da Farmanatura!

 Prezzemolo fresco

Preparazione

Iniziamo preparando il riso. Mettete a bollire dell’abbondante acqua in una pentola. Appena bolle, salate e mettete a cuocere il riso, ci vorranno all’incirca 18 minuti. In una padella, mettete un filo d’olio.
Pulite e tagliate finemente uno scalogno e mettetelo a soffriggere piano piano.
Nel frattempo pulite le zucchine, tagliatele in quattro orizzontalmente e poi a fettine sottili. Aggiungetele alla cipolla e fate cuocere per una decina di minuti salando. Mentre le zucchine cuociono, lasciate da parte due mazzancolle e pulite le rimanenti togliendoli la testa, il guscio ed eliminando l’intestino. Tagliatele a pezzetti e mettete a cuocere in una pentola con un filo di olio extravergine di oliva. Salate leggermente, girate spesso e togliete dal fuoco dopo circa un paio di minuti (non appena vedete che avranno cambiato colore).
Nella stessa padella mettete a cuocere anche le due mazzancolle rimaste intere, facendole dorare un minuto per lato. 
Aprite l’avocado, togliete il nocciolo e tagliatelo a cubetti. Mettete in una ciotola e condite con sale, il succo di mezzo limone e un filo d’olio. Mescolate e mettete da parte. Appena il riso sarà pronto, scolatelo e aggiungetelo alle zucchine. Saltatelo e fatelo insaporire.
Aggiungete le mazzancolle, mescolate e assembliamo il piatto: mettete un coppapasta al centro di un piatto, aggiungete un po’ di riso e pressate bene. Adagiateci sopra metà dell’avocado, togliete il coppapasta e adagiateci sopra la mazzancolla intera.
Condite con un filo d’olio a crudo e qualche fogliolina di prezzemolo tritato fresco.

Buon Appetito!