,

Herbaria 2017: la nostra soddisfazione

herbaria-1anno 2017

Il nostro “Perché”

Il progetto Herbaria, nasce dalla volontà di Erboristerie Farmanatura di condividere quelli che sono i valori dell’azienda: la correttezza, la coerenza, il respetto di sé stessi e dell’ambiente inteso anche come consumo sostenibile.

 

Il tema

ERBORISTERIE FARMANATURA da sempre è impegnata nella promozione di attività ed eventi che possano avere una valenza sociale, per arrivare ad una condivisione di valori con la propria clientela, sensibile a tali iniziative, sia per la radicazione di questi nel nostro territorio sia per la vicinanza culturale che essi esprimono.

Quest’anno abbiamo deciso di parlare di OGM perché è un tema di estrema attualità oggetto di discussione a livello internazionale.

Per approfondire: PRESENTAZIONE HERBARIA 2017

Il progetto ha coinvolto tutte le classi terze delle scuole primarie dell’anno scolastico 2016/2017 del Circolo Didattico Silvestro, che hanno ricevuto un kit didattico per classe ideato appositamente per loro. Lo scopo di tale kit è stato quello di diffondere agli insegnanti e gli studenti le nozioni necessarie sul tema dell’evento.

Agli studenti delle classi coinvolte è stato chiesto di realizzare un progetto artistico sul tema, nei mesi di aprile, maggio e giugno 2017.

Tutti i lavori sono stati esposti e presentati durante la manifestazione “Herbaria 2017” presso l’Auditorium Renzo Piano di L’Aquila il 30 settembre 2017.

 

Questi Bambini Salveranno il Mondo!

Abbiamo realizzato un docu-film nel quale è riassunta l’esperienza di bambini ed insegnanti e il loro approccio al progetto, la scoperta degli OGM e la loro interpretazione artistica.

 

 

L’Evento

L’evento conclusivo dell’intero progetto si è svolto sabato 30 Settembre 2017 presso l’Auditorium Renzo Piano.

In mattinata si è svolta una Caccia al Tesoro sulle Erbe, in collaborazione con l’associazione Mamme per L’Aquila, Gli scout CNGEI e la Bottega delle Api Operose. Un mattino di gioco aperto a tutti i bambini tra i 7 e 12 anni.

Reportage sulla Caccia al Tesoro sulle Erbe

Nel pomeriggio ha avuto luogo invece una tavola rotonda di esperti del settore.

Sono intervenuti alla tavola rotonda:

Guido Liris, vice sindaco dell’Aquila e medico igienista; Silvia De Paulis, responsabile area valorizzazione sociale del Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga; Michele Giovagnoli, educatore ambientale e autore del libro “Alchimie selvatiche”; Davide Grassi, medico internista e ricercatore presso il dipartimento di Medicina Clinica, Sanità Pubblica e Scienza della Vita e dell’Ambiente presso l’Università di L’Aquila; Stefania La Badessa, farmacista esperta in fitoterapia, autrice del libro “Le erbe della salute sul balcone”; Alessandra Di Mascio, vice preside della scuola De Amicis e coordinatrice del progetto; Agata Nonnati, direttrice didattica del circolo  didattico Silvestro di L’Aquila.

Ha mediato la tavola rotonda la giornalista Michela Santoro.

Tra i temi trattati durante la tavola rotonda: i benefici di alcune erbe, il corretto utilizzo degli infusi, il bosco come luogo metafisico, l’utilizzo degli orti come terapia anti stress.

La premiazione

Nel pomeriggio si è svolta anche la premiazione. Tutti bambini, sia i partecipanti alla caccia al tesoro che i bambini delle classi che hanno attivamente partecipato al progetto, hanno ricevuto un premio ed un attestato.

Il premio finale per la realizzazione dei progetti è la realizzazione di un laboratorio di informatica.

Tutte la classi hanno fatto dei lavori eccezionali, tanto che alla fine non è stata stabilita alcuna graduatoria e l’assegno per la realizzazione dell’aula informatica è stato consegnato al Circolo Didattico.

 

Premiazione Herbaria 2017

 

 

 L’Aperitivo Bio

 

Aperitivo Bio herbaria 2017

L’evento si è poi concluso con un aperitivo bio, presso il ristorante BeVegan di L’Aquila. Durante l’aperitivo, la dott.ssa Stefania La Badessa ha presentato il suo libro “Le erbe aromatiche sul balcone”. Gli ospiti hanno avuto la possibilità di ricevere una copia autografata dell’interessantissimo libro.

Al prossimo progetto!