Torta salata vegana ai carciofi, piselli e olive

Torta salata vegana - Farmanatura

Questa torta salata racchiude in sé il meglio della primavera: freschissimi piselli e saporiti cuori di carciofo, saltati semplicemente in padella con aglio e prezzemolo per esaltarne al massimo il sapore senza coprirlo

Ingredienti

  • 1 rotolo di pasta sfoglia vegetale
  • 400 g di cuori di carciofo
  • 150 g di piselli
  • 60 g di olive
  • 2 cucchiai di prezzemolo
  • ½ cipolla
  • 180 g di tofu Lo trovi da Farmanatura
  • 100 g di panna di riso
  • 50 g di farina di ceci La trovi da Farmanatura
  • 1 cucchiaio di lievito alimentare
  • 70 g di acqua
  • 1 spicchio di aglio
  • Sale e pepe

Preparazione

Tritate come prima cosa la cipolla, fatela soffriggere qualche minuto in padella con un filo d’olio e un pizzico di sale, poi unite i piselli e un pizzico di pepe e lasciate cuocere per una decina di minuti o fino a quando i piselli si saranno ammorbiditi. A parte tagliate i cuori di carciofo a spicchi e saltateli in padella con un goccio d’olio, lo spicchio d’aglio, sale e pepe fino a quando saranno morbidi e dorati, all’incirca un quarto d’ora. A cottura ultimata aggiungete anche il prezzemolo tritato.

Prepariamo la pastella per la torta salata

Frullate nel tritatutto il tofu con la panna di riso, poi unite la farina di ceci, il lievito alimentare, una presa di sale e l’acqua e frullate nuovamente fino ad ottenere una crema perfettamente liscia. Versate la pastella in una ciotola e unitevi i carciofi, i piselli e le olive, mescolando bene per amalgamare il tutto.

Inforniamo

Stendete il rotolo di pasta sfoglia nella tortiera foderata di carta forno, bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta e riempitela con la farcia. Infornate in forno statico a 200°C per 35 minuti, e sfornate quando la pasta sfoglia sarà cotta e dorata. Lasciate intiepidire leggermente, poi servite la vostra torta salata tagliata a fette.

Conservazione

Potete conservare questa torta salata 2-3 giorni in frigorifero in un contenitore per alimenti.

Credits: vegolosi.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *