Noodles di Zucchine con ragù bianco di Seitan

ricetta noodles di zucchine Farmanatura

I noodles di zucchine con ragù di seitan sono un secondo piatto mascherato da primo, ideali quando non vuoi mangiare la pasta ma hai voglia di un piatto originale e saporito.
Se stai seguendo la dieta, questa ricetta fa proprio al caso tuo, ti permette, infatti, di risparmiare carboidrati, ma soprattutto è una valida alternativa alle proteine animali. Protagonista di questo piatto vegetariano è sicuramente il seitan è un prodotto alimentare derivato dal frumento, viene soprannominato a questo proposito “carne di grano”. Vediamo insieme in gradienti e preparazione.

Ingredienti (per 2 persone)

  • 4 zucchine grandi
  • 100 g seitan (LO TROVI DA FARMANATURA)
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 2 cucchiai olio extravergine di oliva
  • 20 g vino bianco
  • 1 cipolla
  • sale
  • pepe
  • origano foglie
  • basilico foglie

Preparazione

  1. Sbuccia la cipolla e la carota e tritale finemente, trita anche la costa di sedano.
  2. Poni il trito di aromi in una casseruola assieme ai due cucchiai di olio, lascia appassire a fiamma dolce, mescolando di continuo con un cucchiaio di legno.
  3. Nel frattempo trita il seitan.
  4. Quando le verdure saranno morbide aggiungi il seitan , sale e pepe, sfuma con il vino e lascia cuocere 10 minuti a fiamma viva, mescolando di continuo, aggiungendo poca acqua bollente se necessario.
  5. Nel frattempo taglia le zucchine a noodles usando uno “spiralizzatore” apposito per verdure. Se non è hai uno puoi trovarlo qui.
  6. Condisci le zucchine con l’olio restante e il sale e lasciale marinare per 5 minuti.
  7. In alternativa, se preferisci che i noodles di zucchina siano cotti, poni sul fuoco una pentola d’acqua bollente leggermente salata, al bollore immergi i noodles e cuocili per appena 15 secondi, scolali accuratamente e condiscili con olio.
  8. Condisci i noodles con il ragù bianco di seitan, servi con foglie di origano e basilico fresche.

Buon Appetito!!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *